Lavorare da junior per grandi aziende: sfide e difficoltà

Nexsoft-blog-jobstory-MarcoDeRosa
Lavorare su progetti IT complessi per grandi società, stando lontano dalla propria terra di origine, è molto prestigioso e motivante, ma alcune persone possono incontrare anche difficoltà di tipo psicologico. Ce lo racconta Marco De Rosa, Java specialist in forza alla Nexsoft da un anno.

L’IDENTIKIT

Marco De Rosa, trentaduenne originario di Battipaglia, in provincia di Salerno, è un Ingegnere Informatico e da più di sette anni lavora come programmatore.

La storia

Generoso Cesaro

Marco De Rosa lavora come Java Specialist in Nexsoft dall’ottobre del 2020. Prima di approdare din Nexsoft si è fatto le ossa come consulente IT presso i clienti di grandi aziende in grandi città italiane come Roma, Bologna e Napoli.

Nelle metropoli in cui ha vissuto ha gestito progetti importanti per aziende clineti di spicco come ACI, Ericsson Italia, Vodafone Italia, Intesa San Paolo, Accenture, Alliance ecc.

Q
Che cosa ti ha lascaito la tua esperienza di giovane Software Developer in giro per l’Italia

Lavorare su progetti complessi di società importanti è molto prestigioso e motivante ma c’è un fattore che molte persone forse non considerano abbastanza: le difficoltà da affrontare a livello psicologico. Ne faccio un elenco per raccontare meglio la mia esperienza:

Forse la maggior parte di voi leggendo il primo pezzo di questo articolo non avrà considerato che:

  • Nel settore della programmazione (almeno per me) la preparazione universitaria non è stata sufficiente per affrontare il mondo del lavoro, prima di riuscire a saper fare qualcosa ho dovuto seguire corsi di specializzazione per programmatori, investendo ulteriore tempo e denaro.
  • Lavorare a Roma e Bologna ha significato  dover lasciare la mia famiglia, gli amici e cambiare vita per ricominciarne una nuova in una realtà diversa ed anche più difficile come quella delle grandi metropoli. Ci sono stati giorni in cui mi sarebbe servito il supporto, anche solo morale, di un amico o un parente,  ma tutto quello che ho potuto fare è stata al massimo una telefonata.  Non è un caso che esistono delle società che mettono a disposizione dei propri dipendenti servizi come terapie di supporto con psicologi e psicanalisti.
  • Lavorare in progetti complessi ha fatto nascere inizialmente in me una forte insicurezza soprattutto perché, essendo giovane, non sono riuscito  ad avere subito il controllo di tutto. Avevo la sensazione di essere inadeguato e quindi ho chiesto aiuto ad altri, oppure non conoscevo ancora bene tutte le tecnologie e avevo bisogno di tempo per impararle. Io e tanti colleghi  ci siamo chiesti “Sarò in grado? Riuscirò?”, a volte addirittura “Sarà forse meglio se cambio lavoro?”
  • Bisogna avere come me la la fortuna di trovare ad un certo punto realtà aziendali che valorizzino i propri dipendenti e garantiscano loro stabilità, altrimenti si rischia di vedere tante volte situazioni  in cui giovani profesionisti, per assicurarsi il rinnovo del contratto, accettino di lavorare tutti i giorni extra-time, su richiesta delle aziende che li assoldano, con la paura di essere “facilmente sostituiti” vista l’importanza del cliente sul cui progetto si sta lavorando.
Marco De Rosa smartworking Nexsoft
Q
Dal tuo profilo emerge anche un background professionale da docente/formatore? É una possibilità di carriera che consiglieresti?

Non si vive di solo lavoro … e poi per concentrarsi cosa c’è di meglio di una buona pizzetta:-).
Ho sempre “spinto” i colleghi a ricordare ogni loro festeggiamento e a condividerlo. L’azienda è come una grande famiglia e quindi è importante festeggiare i momenti felici tra i colleghi.

Accanto a momenti di forte concentrazione per una scadenza che incombe o un rilascio da realizzare a breve, trovare il modo di staccare un attimo per ricaricarsi credo sia un toccasana per migliorare la qualità della vita in azienda.

Certo c’è da dire che in Nexsoft siamo in tanti oramai e gli eventi da festeggiare si moltiplicano. Purtroppo nel periodo COVID abbiamo dovuto diradare i festeggiamenti, ma appena finirà questo momento recupereremo tutto!

Q
Quali sono gli aspetti del lavoro informatico che continuano ad appassionarti dopo tanti anni?

Ad un certo punto un’azienda per cui lavoravo mi chiese di preparare dei ragazzi senza esperienza per poterli proporre alle organizzazioni clienti. É stato un lavoro molto impegnativo e difficile: non potrò mai dimenticare gli occhi pieni di gioia dei ragazzi ai quali dicevo: “Hai superato il corso, sarai assunto” oppure nell’altro caso il senso di fallimento del giovane neo-laureato al quale comunicavo “Mi spiace ma sei stato escluso”.

Di ogni esperienza bisogna però farne tesoro e donarla al prossimo: ecco allora che ho creato un videocorso di programmazione su YouTube in modo da aiutare gratuitamente tutti.

Ricevere oggi i feedback positivi dei ragazzi che mi seguono mi rende molto felice.

Q
Quali sono le tue impressioni dopo un anno di lavoro qui in Nexsoft?

Fortunatamente da quando sono in Nexsoft ho la possibilità di lavorare vicino casa e molti problemi che avevo sono stati superati.

Ho avuto, ad esempio, la possibilità di lavorare da casa durante il lockdown (punto molto importante dato il periodo storico), non ho fatto “extra time” anche lavorando a progetti importanti, ho seguito molti eventi di formazione ed aggiornamento tecnico e linguistico.
Tuttavia la cosa più importante è il rapporto umano che ho con i colleghi e con i responsabili che prima di considerarmi un dipendente mi rispettano come persona.

Che cosa ti prefiguri per il tuo futuro professionale?

La mia speranza, ovviamente, è quella di continuare a fare sempre un buon lavoro, con la possibilità di trasmettere le mie esperienze alla maggior parte dei giovani programmatori  all’inizio della loro carriera professionale.

Il mio consiglio per i giovani  programmatori esordienti è “Non abbattetevi ma nei momenti di difficoltà, solo chi non fa non sbaglia”.

Chi segue il blog Nexsoft ce lo ha sentito proclamare con orgoglio tante volte e ci perdonerà se lo ripetiamo. Il volto migliore della nostrà realtà aziendale è la valorizzazione delle persone, mediante il job system 🏢.


Se anche tu vuoi iniziare il tuo percorso di carriera in Nexsoft,
dai un’occhiata alle nostre opportunità e conosciamoci subito!

Post Correlati

Questo sito utilizza cookies propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione.
Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la Cookie Policy.

USO DEI COOKIE

Se abiliti i cookie nella tabella sottostante, ci autorizzi a memorizzare i tuoi comportamenti di utilizzo sul nostro sito web. Questo ci consente di migliorare il nostro sito web e di personalizzare le pubblicità. Se non abiliti i cookie, noi utilizzeremo solo cookies di sessione per migliorare la facilità di utilizzo.

Cookie tecnicinon richiedono il consenso, perciò vengono installati automaticamente a seguito dell’accesso al Sito.

Cookie di statisticaVengono utilizzati da terze parti, anche in forma disaggregata, per la gestione di statistiche

Cookie di social networkVengono utilizzati per la condivisione di contenuti sui social network.

Cookie di profilazione pubblicitariaVengono utilizzati per erogare pubblicità basata sugli interessi manifestati attraverso la navigazione in internet.

AltriCookie di terze parti da altri servizi di terze parti che non sono cookie di statistica, social media o pubblicitari.